Alcune cose fondamentali da sapere sui siti internet

imagesLa vostra azienda ha necessità di un nuovo sito internet o vuole effettuare un restyling di quello già in essere? Bene. Come prima cosa sappiate peró che il Web Design, se preso seriamente, può essere un processo lungo e complicato.

Proprio per questa ragione ho pensato di scrivere questo post, riepilogando alcuni concetti da tenere presente in fase di design ed alcune “cose” di cui avrete certamente bisogno sul vostro sito internet … e perchè no, altre che probabilmente sará meglio evitare!

Ma prima ancora di elencare quelli che sono 10 consigli utili da tenere a mente, la prima cosa che sarà bene fare è registare un dominio semplice e chiaro o, come si dice in gergo, “parlante”. Assicuratevi quindi che il dominio abbia senso per il vostro business e che non sia un dominio con uno spelling complicato. Il servizio offerto da Panabee (http://www.panabee.com/) può aiutarvi in questa impresa.

A questo punto, dopo aver registrato il vostro dominio, è il momento di costruire il sito e prendere quindi alcune decisioni importanti. Riporto qui sotto 10 consigli utili per il vostro sito web che potranno garantire (spero! n.a.) ai vostri clienti un’esperienza positiva sul sito e migliorare quindi il vostro posizionamento web e la brand identity.

Veniamo allora ai 10 punti di cui parlavo:

1. Definite una tabella di marcia

Certo è buona norma che un sito web sia esteticamente piacevole, ma è notevolmente più importante che sia utile! Durante la scelta del nome a dominio si dovrebbe anche tracciare quello che potremmo definire il “funzionamento” del sito stesso. Questo è importante sia per la user experience dell’utente che in fatto di SEO, dal momento che Google in primis considera il contenuto e la struttura di un sito fondamentali per la ricerca. Quindi tracciare e redigere un progetto per il sito (solitamente in gergo viene chiamato “wireframing”) e magari, se ne avete l’occasione, sottoporlo ad alcuni amici, conoscenti o collaboratori per assicurarsi che la cosa abbia senso e sia intuitivo.

2. Far compendere il proprio business è fondamentale

L’errore più diffuso che le persone commettono (e credetemi è la cosa più difficile da far capire ad un cliente n.a.) è quello di voler costruire il sito web che “vogliono” ma non necessariamente il sito di cui hanno “bisogno”!
Manteniamo i testi al minimo utile quando si tratta di descrivere la mission aziendale (prolisse dichiarazioni o monografie online non servono a nulla). Noi stessi quando “cerchiamo” qualcosa abbiamo poco tempo a disposizione … perchè i nostri possibili clienti dovrebbero dedicarci maggiore attenzione? Non sottovalutiamo mai il fatto che una o due frasi possono essere molto incisive di un fiume di parole.

A seconda poi del vostro business, ci dovrebbero essere un paio di cose fondamentali sul vostro sito web che rientrano nella categoria “essenziale”. Se la tua attività è un locale o un ristorante, magari il menu, il calendario delle serate e la mappa di locazione saranno fondamentali! Se sei un retailer avrai necessità di immagini prodotto di ottima qualità. Se la tua azienda si occupa di servizi fondamentali saranno le case-history. Ovvio direte voi … meglio sottolinearlo una volta di più, dico io, che trascurare certi aspetti. Personalizzate il vostro sito in modo che esso offra agli utenti tutte le informazioni di cui sono alla ricerca. Questo è fondamentale!

3. Informazioni di contatto

Non sottolineerò mai abbastanza che i dettagli di contatto sono davvero importanti ma non sol nel dedicare un’apposita sezione sul sito. Pensiamo a quante volte si visita un sito web e quanto è difficile mettersi in contatto con questa l’azienda? I contatti telefonici, l’indirizzo e-mail e perchè no un modulo di contatto devono essere facilmente accessibili e visibili! Non deturpano il sito, non vi preoccupate! Inoltre quando si inserisce un indirizzo e-mail o un numero di telefono sul sito, vediamo di non utilizzare immagini o ancor peggio elementi Adobe Flash. La maggior parte degli smart phone hanno la capacità di fare “click to call” sul web, così da rendere il contatto ancora più semplice.

Non volete essere disturbati inutilmente al telefono? Basta usare un indirizzo e-mail, ma assicuratevi di rispondere ai messaggi. Non c’è nulla di peggio per un utente di compilare un form o inviare una mail e essere ricontattati dopo giorni e giorni o peggio non esserlo affatto! Ah e per favore, utilizziamo un indirizzo e-mail con lo stesso nome a dominio. Utilizzare di Gmail, Libero, Hotmail o altro non è altamente professionale. Se poi vi dovesse piacere o risultare comoda l’interfaccia di Gmail è possibile utilizzare la Google Apps per impostare indirizzi di posta elettronica personalizzati tramite Gmail.

4. Una “navigazione” chiara

Partiamo da un dato di fatto inconfutabile … un sito internet è inutile senza una navigazione chiara! Assicuratevi di utilizzare “label” facili da capire e “nomi” logici per le diverse pagine del sito (es. contatti, azienda, FAQ, ecc…). Cercare di essere troppo creativi o criptici è poco produttivo per gli utenti. Quando svilupperete la vostra “navigazione” dovrete considerare la così detta call to action. Che azioni volete che compia l’utente sul vostro sito? Inserire un ordine? Inviare una e-mail per un preventivo? Diventare membro della vostra community? Effettuare il download del vostro prodotto? Telefonare per parlare con il customer care? Definite obiettivi chiari ed evidenti!

5. Sicurezza

Se avete intenzione di vendete qualcosa online è necessario tutelare gli utenti e utilizzare un certificato SSL. La crittografia SSL rende le comunicazioni tra voi ed i vostri clienti sicure laddove dovessero circolare dati sensibili come numeri di carta di credito e dissipare i timori che solitamente hanno gli utenti nel fornire tali informazioni. Dal momento che c’è il furto di identità tanto sul web. VeriSign, TRUSTe, Entrust e GeoTrust sono buone opzioni da esplorare.

6. Social Media

Twitter, Facebook, Tumblr, YouTube, Pinterest, Google +, LinkedIn, Instagram, Foursquare … Ci sono un sacco di piattaforme social là fuori, che potrebbero aiutarvi a promuovere la vostra presenza online. Quella dei social media è oggi una presenza quasi fondamentale nell’attività di marketing. Sebbene non sia certo un canale di business tradizionale, l’integrazione di queste piattaforme social nel tuo sito lo aiuteranno a recuperare SEO e migliorare il vostro business. Ma vale davvero la pena mantenere una presenza su tutte le piattaforme sociali citate? Sì … fino a quando in realtà manterrete vivi i vostri contenuti, potrete contare a mio avviso su strumenti a “costo zero” che porteranno benefici magari non nell’immediato ma a medio/lungo termine.

7. Versione mobile (cellulari)

Smart Phone e Tablet sono ormai dispositivi diffusissimi tra i più e questo è già di per se motivo per il quale dotare il vostro sito internet di una versione compatibile ed ottimizzata con tali device. Le persone che accedo da tali dispositivi spesso si stanno muovendo o necessitano di informazioni inerenti al luogo dove si trovano (locali, ristoranti, rivendite, ecc …) o verso il quale si stanno dirigendo … volete davvero che trovino prima i vostri competitor o scelgano loro perchè il vostro sito non è compatibile con il loro Smart Phone?

8. FAQ

Spesso le FAQ (Frequently Asked Questions) sono sottovalutate ma la gente si pone un sacco di domande, soprattutto quando deve acquistare dei prodotti online. Trovare risposta a certi quesiti e poterne porre altri direttamente all’azienda infonde un certo grado di sicurezza. Inoltre strutturando un apposito form, per la raccolta delle domande dei vostri possibili clienti, aumenterete il numero di potenziali nominativi per future azioni di newsletter e marketing mirato.

9. Hosting professionale

Non sottovalutiamo mai la componente hosting. Un sito lento è frustrante e allontana i potenziali clienti! Non mi addentro in questioni più puramente tecniche relativa alle versioni di Php, MySQl, spazio disco, presenza di back-up o altro che do per assodato verificherete, ma ci tengo a sottolineare il fattore velocità.  Al di là de fastidio che si può provare a causa di un’eccessiva lentezza, si aumenta la frequenza di rimbalzo del proprio sito e ciò può anche influenzare il ranking nei motori di ricerca, dal momento che molti algoritmi di ricerca rilevano la velocità di caricamento della pagina!

10. Cose superficiali

Ecco alcune funzionalità di cui non avrete a mio avviso assolutamente bisogno sul vostro sito internet. Perchè? Perchè ricordate sempre, la semplicità è un’arma vincente!

  1. Introduzioni animate (Adobe Flash)
  2. Sottofondi musicali
  3. Inutili landing page per la scelta della lingua
    (ricordate che si può individuare la lingua di navigazione dell’utente in molto altri modi)

Spero che questo altricolo possa darvi qualche spunto di riflessione interessante, sia nel caso stiate pensando ad un restyling del vostro attuale sito internet, sia nel caso dobbiate sviluppare il sito per la vostra nuova attività o azienda.

Avete di recente pubblicato il vostro sito internet? Avete anche voi fatto le medesime considerazioni che ho riportato in questo articolo? Se volete dire la vostra, leggerò con piacere tutti i commenti a riguardo! Ciao!

Condividi questo articolo

3 commenti

  • Soprattutto – bisognerebbe scolpire a caratteri cubitali – che non servono più (e non vanno nemmeno più di moda):

    – Introduzioni animate (Adobe Flash)
    – Sottofondi musicali
    – Inutili landing page per la scelta della lingua

    Aggiungerei anche che invece dovrebbero pensare a cosa (e quando) pubblicare i loro contenuti.

  • Ottimo articolo. Molti concetti li conoscevo ma ci sono dei dettagli che mi permetteranno di migliorare e affinare le mie strategie

  • Emanuele Ferrabo

    Ciao El Clandestino,
    mi fa piacere che tu abbia trovato l’articolo interessante e spero che proprio i dettagli possano tornarti utili! Ciao, a presto

Leave a comment