Apple o Google? Windows o Black Berry? iOS, Android o soluzioni Cross Platform?

crossplatform   Prendo spunto per questo articolo da un estratto di un intervento che avrei dovuto tenere in occasione del Blog 2.0 di Treviso (5-8 settembre 2011). Purtroppo, essendo stati inseriti a calendario dell’evento all’ultimo momento, l’affluenza fu pari allo zero e di conseguenza il workshop sospeso 🙁 Ma veniamo alla domanda che da vita a quest’articolo, ovvero: “Per quale piattaforma sviluppare l’App che ci viene commissionata da un cliente?” Mi viene subito spontaneo dire che non esiste una risposta unica, ma solo alcuni spunti di riflessione sui quali ragionare e che vorrei condividere con tutti voi! Scegliere la giusta piattaforma di sviluppo è un passo fondamentale per il successo di un’App a meno che non sia il cliente stesso ad indicare esplicitamente limitazioni particolari ed il non volersi legare ad un “brand” specifico. Ma su quale investire in fase di sviluppo? Ci sono i fan della mela, quelli dell’androide e quelli che, come noi, dicono entrambe … ovvero oggi giorno è consigliabile a nostro avviso sviluppare in modalità cross platform. Ma cosa intendiamo esattamente per modalità cross platform?! È una modalità di sviluppo delle soluzioni software indipendenti dal sistema operativo e dal produttore hardware o, per meglio, dire che “funziona” su più di un sistema operativo, appunto. Come prima cosa bisogna valutare cosa avete intenzione di realizzare e qual è il vostro target di riferimento. Sembra semplice, ma un’analisi è importantissima per capire la base di dispositivi utilizzati dal vostro pubblico: i vostri utenti sono manager di alto profilo? Operai specializzati? Sono dotati di contratti aziendali e quindi navigano senza limiti o sono ragazzi che usano solo il wifi quando disponibile? E dentro una stessa categoria, come usano il prodotto? Spendono 10 euro in una sola volta, o 0.79 cent ogni giorno? Condividono l’App o la custodiscono gelosamente perchè magari il contenuto è riservato? Poi dovete chiedervi in quale campo operare … Giochi? App per la produttività? Applicazioni social? Una start-up basata su un prodotto mobile? Altro? La risposta è fondamentale per diversi motivi. Se ad esempio state pensando ad una App social, la prima domanda potrebbe essere perché non partire da un mobile site? Spesso sottovalutata, è un’opzione particolarmente intelligente che permette un forte risparmio di tempo e una navigazione ancora più veloce. Certo, ci potrebbero essere pro e contro riguardo una soluzione del genere (ad esempio: potrebbe venir meno l’utilizzo del vostro sito) ma spesso è la più rapida per ridurre il time to market e fornire agli utenti un’esperienza unitaria per la propria immagine di prodotto. Senza dubbio ottimale, in questo caso, potrebbe essere la soluzione di cui si parla nell’articolo “WordPress e App per mobile – scoprite tutte le potenzialità che offrono!”. Solo dopo tutte queste domande (che spesso ne generano altre) e in definitiva solo dopo un’analisi seria e approfondita, potrete decidere. ALGORITMA, nel caso specifico, è disponibile a qualunque confronto in merito, al fine di suggerirvi la soluzione ideale ed intraprendere con voi, la strada dello sviluppo. Per concludere questo post e a supporto di quanto detto, vi segnalo che ALGORITMA ha realizzato da poco proprio un’applicazione in modalità cross-platform che può chiarire bene alcuni concetti fin qui espressi. Per prima cosa vi invito ad installare la suddetta App sul vostro Smart Phone effettuando il download dall’AppStore o dal Android Market ai due indirizzi qui sotto e poi, nel caso vogliate, inviateci le vostre considerazioni e/o suggerimenti a riguardo! Download goBlog da App Store Apple Download goBlog da Android Market Ma cos’è goBlog?!Il nome sarà magari poco accattivante dal punto di vista della comunicazione ma racchiude in se tutto l’essere di quest’App. Stiamo infatti parlando dell’applicazione dedicata a questo nostro Blog … ma non solo, in verità! La soluzione messa a punto da ALGORITMA, con un’adeguata personalizzazione, può essere destinata anche a tutte le aziende che già dispongono o desiderassero sviluppare il proprio sito, blog o catalogo basato su WordPress e renderlo finalmente fruibile mediante i nuovi dispositivi mobile direttamente su App e sfruttare così ! Buona consultazione e a presto!

Condividi questo articolo

3 commenti

  • Interessante l’articolo per iniziare a pensare mobile ma ci sono vari aspetti da considerare ancora anche se sviluppare una web app e portarla su cellulare non è abbastanza rapido ma a quel punto perchè non portarla su tutti i dispositivi mobili?

  • Emanuele Ferrabo

    Ciao,
    non mi è chiaro cosa intendi esattamente con il tuo commento, ma mi piacerebbe un confronto a riguardo.
    Il nostro blog è a disposizione …
    Ciao!

  • cross platform Software

    Secondo il mio parere la soluzione migliore in tutti i senzi è sviluppare un’applicazione ibrida, una parte sul cellullare una parte su di un server in modo da avere anche la possibilità di sfruttare linguaggi server side.

    Una volta sviluppata l’app in questo modo risulta facile riprodurla per vari cellulari (iPhone, Android, BlackBerry, WindowsPhone) in quanto, la parte più complessa, risiede su di un server che consente l’accesso ai dispositivi mobile e la parte di login e presentazione viene installata sul cellulare.

    Si riduce così al minimo l’utilizzo del cellulare nelle procedure di calcolo ma si perde in reazione per via della connessine che non è sempre ottimale ma sicuramente in questo modo si può pubblicare l’app su tutti gli store senza doversi reinventare l’applicativo da una piattaforma ad un altra.

    Altra considerazione, attualmente esistono programmi che consentono di far girare le app androind anche su mac e windows phone, quindi, se proprio si vuole sviluppare in nativo, è bene pensare che molto probabilmente le app android avranno una maggiore diffusione e penetrazione del mercato non solo perchè Android è il sistema più diffuso al mondo ma anche perchè ci sono società che sviluppano VM capaci di far girare le app android su più dispositivi.

Leave a comment