Google favorirà il ranking dei siti mobile friendly

Da qualche mese quando visualizziamo i risultati di ricerca di Google tramite smartphone o tablet, compare un’etichetta “mobile friendly” accanto ai siti ottimizzati appunto per quel tipo di dispositivi.
Ma Google non si ferma qui e annuncia una novità ancora più importante: gli algoritmi di ricerca a breve verranno adattati per favorire il ranking dei siti ottimizzati per dispositivi mobile.

google-mobile-friendly-label-in-search-results

L’annuncio

Come riportato in un articolo di pochi giorni fa, Google ha annunciato che il 21 aprile prossimo i suoi algoritmi di ricerca verranno adattati per favorire i siti “mobile friendly” ovvero siti che abbiano una buona usabilità navigando da dispositivi mobile.
Cosa significa questo? Semplice, che se avete un sito non ottimizzato per smartphone o tablet è ora di correre ai ripari visto che ben presto il ranking del vostro sito sarà destinato a peggiorare, almeno per quanto riguarda i risultati delle ricerche effettuate da dispositivi mobile.

Il presente e il futuro (prossimo) del web è mobile

La scelta di Google legata al “mobile friendly” è giustificata dal fatto che il mobile ha un ruolo sempre più importante nel mondo della navigazione web, e oltretutto la sua crescita non accenna a diminuire.
Per darvi l’idea ecco alcune considerazioni che emergono da un report di Audiweb del dicembre 2014:

  • Nel dicembre 2014 ben 27,8 milioni di italiani hanno avuto accesso a internet da smartphone e 10,2 milioni da tablet
  • Nel 2014 si rileva il primato del mobile nella fruizione quotidiana di internet, con una media di 15,6 milioni di utenti online da dispositivi mobile (smartphone e tablet) contro i 12,7 milioni di utenti online da PC.
  • Da gennaio 2014 al dicembre 2014 l’utilizzo quotidiano di internet da dispositivi mobile ha avuto una crescita del 20%

 

Quali soluzioni?

Se avete intenzione di rendere il vostro sito “mobile friendly” le strade possibili sono principalmente due:
Design responsive: si ha un unico sito per servire sia i dispositivi desktop che quelli mobile, quindi il codice html così come l’indirizzo di una pagina è lo stesso per qualsiasi dispositivo la visualizzi, salvo avere una visualizzazione diversa a seconda della dimensione del display.
Versione mobile del sito: si ha un sito mobile distinto da quello desktop, quindi saranno diversi sia l’indirizzo delle pagine che il codice html delle stesse. Il sistema ridireziona alla versione corretta del sito in base al dispositivo utilizzato dall’utente.

Dal punto di vista tecnico si può scegliere una strada o l’altra a seconda delle necessità del sito, non c’è una soluzione che va considerata migliore a priori, ciascuna delle due presenta vantaggi e svantaggi.
C’è però da dire che Google recentemente si è espressa a favore del design responsive, quindi se siete indecisi tra le due possibilità forse seguire questo consiglio potrebbe non essere una cattiva idea…

Come testare il vostro sito

Per finire ecco il link di uno strumento che vi aiuta a capire se il vostro sito è ottimizzato per dispositivi mobile (serve forse dire che è realizzato da Google?).
Attenzione che passare il test non significa necessariamente avere un sito all’ultimo grido in fatto di mobile experience, ma solo che Google considera il vostro sito “mobile friendly” (i criteri per il momento non sono così restrittivi).
Da questo ad avere un sito ottimizzato al 100% (buona organizzazione dei contenuti, tempi veloci nello scaricare le pagine, ecc.) ne passa… Ma questa è un altra storia e magari sarà oggetto di un prossimo post.

 

 

 

 

enrico borsoi
enrico borsoi
enrico.borsoi@algoritma.it

Lascia un commento


5 − = due