Come e perchè scegliere la giusta web agency

Pochi click su Google, la visita a qualche sito ed ecco scelta la web agency che curerà la vostra strategia online. Ma siete certi di scegliere bene?!

web_agencyl

Scegliere una web agency può sembrare un’azione semplice che richiede pochi click su Google. In effetti utilizzando chiavi di ricerca come “web agency”, “sviluppo siti web” o altre i risultati non mancano. Ma qual’è la reale qualità di questi risultati? Come scegliere una web agency che sappia davvero far crescere il vostro business e dar valore al vostro investimento online?

Attenzione perché non parlo di quei servizi “tutto incluso” a 99 euro o giù di li, che inquinano letteralmente il mercato e che reputo indicati (forse) per la piccola bottega sotto casa (ammesso che necessitino davvero di un web site). Parlo della scelta di una web agency “seria” per la selezione della quale spesso ci si basa solo sul prezzo, come se questo fosse un metro di giudizio sufficiente a stabilire serietà e competenze.

In realtà mi sento di dire che la scelta di un’agenzia è cosa davvero delicata, che merita molta attenzione in quanto trattasi di una decisione strategica per la vostra azienda.

Non essere presenti online oggi è un limite che solo pochi possono permettersi. Se siete alla ricerca di una web agency che possa guidarvi nelle scelte strategiche più corrette e realizzare nel migliore dei modi i vostri progetti online, è bene che teniate a mente alcuni fattori e magari basiate la vostra scelta su di essi.

1. Il sito internet
Il primo fattore è di certo il sito internet dell’agenzia! L’ho già scritto in un precedente articolo, il detto “il calzolaio va con le scarpe rotte” non si adatta alle web agency e alle agenzie di comunicazione. Se un’agenzia comunica male attraverso il proprio sito, come pensate che si comporterà nei confronti del vostro lavoro? Appunto … meglio lasciar perdere e cercare altrove.

2. Portfolio / Case History
Il secondo fattore di rilevanza sono le referenze. Chi non è fiero dei propri lavori, clienti o casi di successo? Bene, se tra i lavori eseguiti, i clienti menzionati o i casi studio non c’è nulla di rilevante o che cattura il vostro gusto o la vostra attenzione, forse non è l’agenzia che fa per voi.

3. Come approccia al vostro progetto?
Ammesso che abbiate selezionato l’agenzia da contattare, la domanda è: come si rapporta con voi e il vostro progetto? Valuta attentamente le vostre richieste? Risulta propositiva in fase di analisi preliminare? Cerca di parlare la vostra lingua o si riempie la bocca solo di termini da imbonitore? L’interlocutore con il quale vi relazionate da l’impressione di sapere ciò di cui sta parlando o è più un venditore in cerca di clienti e provvigioni?

Pensate che ALGORITMA sia la web agency che fa per voi?

4. Il fattore tecnologico
Per quanto possiate capire, l’agenzia pensa di adottare tecnologie moderne e innovative? Che CMS intende utilizzare? Che visione ha della consultazione da mobile e quindi del fattore responsive? Come si pone nei confronti del design? Che garanzie di assistenza, supporto ed upgrade della piattaforma vi offre l’agenzia?

5. Gli obiettivi gente, gli obiettivi …
Semplice quanto vero: “se non si pone un obiettivo non si sa dove si sta andando!” e quindi è fondamentale porsi da subito le giuste domande e stabilire quali siano gli obiettivi che volete raggiungere. Se non è l’agenzia stessa a trattare per prima questa tematica, forse è meglio cercare altrove.

6. Costo e valore del progetto
Indubbiamente alla fine il tutto si riduce con il leggere quell’ultima fatidica pagina del documento di specifiche e condizioni di fornitura chiamato preventivo. Il costo è indubbiamente un fattore importante in ogni progetto (non solo web), e i costi varieranno inevitabilmente da agenzia ad agenzia in base ai diversi fattori elencati in precedenza.

A tal proposito a mio avviso non ci sono regole assolute da rispettare, anche se il buon vecchio detto della nonna “tanto paghi, tanto mangi” è sempre molto attuale. Ma qui non si tratta solo di spesa perché, che voi investiate 500, 5.000 o 50.000 euro, se l’investimento non genererà alcun ritorno o valore, saranno comunque “soldi buttati”.

Se possibile chiedete dati oggettivi sul ritorno degli investimenti in ambito di e-Commerce (ovviamente legati al vostro settore). Confrontatevi riguardo i risultati tangibili che potrà apportare alla vostra brand reputation un blog. Valutate le conversion che potrà generare il nuovo sito internet e così via … I dati sono importanti. La spesa è importante ma il raggiungimento di determinati risultati, non ha prezzo!

Per tutto il resto c’è (si spera) la web agency che sceglierete.
Buona caccia

Condividi questo articolo

Leave a comment