11 Tecniche SEO avanzate che funzionano in ambito E-Commerce

Tecniche SEO avanzate per migliorare il ranking,
il traffico e soprattutto le vendite del vostro sito
e-Commerce

Tecniche SEO
avanzate per l'e-CommercePrendiamo spunto
dall’articolo di Roman Viliavin per illustrare (e riprodurre in
italiano per chi dovesse avere difficoltà con l’inglese n.a.) 11
tecniche SEO avanzate, che ogni proprietario di un sito di
e-Commerce è sicuramente desideroso di attuare in ambito di
visibilità, per migliorarne considerevolmente il ranking, il
traffico e soprattutto le vendite. Smart-Page SEO per
le pagine dei prodotti
Ma non è sufficiente avere
tutte queste pagine di prodotto, è necessario essere attivi e
ottimizzarle in modo corretto.Solitamente il successo di un sito di
e-Commerce in termini di visibilità variano a seconda della
quantità di articoli in vendita. Ci potrebbero essere migliaia di
ricerche per ogni singolo prodotto e se si dispone di 100.000
articoli a magazzino è ovvio che si può disporre di molti più
visitatori rispetto ad un piccolo sito con solo un paio di
prodotti. Riportiamo qui di seguito i più importanti interventi che
si possono attuare: 1. Nome del prodotto nel
titolo
… forse scontato, ma da non dimenticare
mai! 2. Nome del prodotto nel testo.
Provate ad aggiungere parole chiave con il “nome prodotto” in punti
strategici (es: “Qui è possibile acquistare [nome prodotto] con
consegna gratuita.”). 3. Nome di prodotto nel tag
ALT
dell’immagine del prodotto stesso.
4. Nome del prodotto nell’ URL della
pagina.
5. Pagine diverse per versioni
e/o colori differenti.
Non immaginate nemmeno quante
ricerche le persone effettuano ogni giorno alla ricerca, ad
esempio, di “iPhone 4GS nero” o keyword simili. 6.
Non dimenticare le parole chiave locali.
Considerate
di organizzare i contenuti in modo da poter utilizzare parole
chiave locali (cioè “città + il nome del prodotto”). Di solito è
possibile farlo tramite l’aggiunta di una scheda con le
informazioni di consegna e qui menzionare i luoghi più importanti
per voi, in termini di traffico. 7. Diversificazione
dei contenuti sulla pagina del prodotto.
É difficile
creare descrizioni originali per migliaia di oggetti. Ecco che
aggiungendo magari la possibilità per gli utenti di lasciare un
feedback non solo aumenta l’esperienza dell’utente, ma migliora
anche il contenuto e la “coda lunga” del traffico. Non perdere
questa opportunità. 8. Hyperlinking interno e una
struttura di progetto
A volte è possibile migliorare
in modo significativo il proprio page rank riorganizzando la
struttura interna del progetto. Qui ci sono due punti fondamentali:
a. (9) Categorie basate sulle
ricerche.
Ció che gli utenti “richiedono” va per
primo! Provate a prendere in considerazione le intenzioni degli
utenti durante la consultazione delle categorie e sottocategorie.
b. (10) Collegamenti interni ricchi di parole
chiave.
Valorizzare gli elementi interni del sito web
per le singole categorie e pagine di prodotto. Se il primo link che
punta verso una categoria è un’immagine, assicurarsi che questa
immagine abbia un testo appropriato (ALT). 11. Sito
di indicizzazione
Vuoi iniziare a vendere subito i
nuovi arrivi? Vale la pena di provare ad attuare questi consigli al
fine di migliorare l’indicizzazione di nuovi prodotti: Collegamento
diretto ad una sezione “Ultimi Arrivi” o un link ad esempio a piè
di pagina. Sarà più facile per Google trovare nuovi elementi in
questo modo oltre che a scandagliare la directory prodotti, perché
l’homepage è solitamente il più “spiderable”. Attuate infine sempre
l’utilizzo di Sitemaps e “Smart Sitemaps”. Ogni volta che Googlebot
visita il vostro sito non ha molto tempo a disposizione. Provate a
convincere il bot a visitare (“seguire”) il maggior numero di
pagine possibile senza sprecare tempo (“noindex, noarchive”). A
proposito di e-commerce, se siete indecisi su quale piattaforma
adottare per il vostro negozio online vi rimando a un articolo in
cui vengono approfonditi vantaggi e svantaggi di due fra le
piattaforme e-commerce opensource più diffuse al mondo: Prestashop
e Magento
. (Fonte ufficiale:
http://www.searchenginejournal.com/11-advanced-ecommerce-seo-techniques-that-works)

Condividi questo articolo

1 commento

  • Salve, io gestisco un piccolo portale di commercio elettronico e ho trovato molto utili le indicazioni riportate nel articolo. Con alcuni termini non ho molta familiarità ma mi documenterò.
    Grazie!

Leave a comment