6 funzionalità più 1 che non devono mancare nell’e-commerce B2B

L’e-commerce B2B è un commercio online tra imprese, ad esempio tra produttore e grossista o tra grossista e rivenditore.  

Si parla di B2G (Business to Government) nel caso di rapporto con le pubbliche amministrazioni oppure di B2B2C per quelle realtà che vendono sia ad aziende che a consumatori finali. 

Come puoi ben vedere dall’analisi effettuata da Giovanni Cappellotto, parliamo di un settore in continua crescita spinto dalla necessità delle aziende di migliorare la qualità dell’offerta commerciale nei confronti dei propri clienti e di ottimizzare il lavoro del team sales. 

ecommerce b2b

Spingere i propri clienti ad ordinare in autonomia tramite e-commerce non è un modo per tagliare la forza vendita, ma anzi un driver per essere un passo avanti la concorrenza e poter raggiungere anche più clienti magari in aree prima non servite. 

Tutto questo funziona a patto che si seguano le regole fondamentali della vendita online. Così come avviene nel B2C, anche nell’e-commerce B2B bisogna avere una strategia di vendita alle spalle. 

A differenza dell’e-commerce B2C, nel B2B le decisioni di acquisto sono razionali: l’utente che atterra nel portale di vendita online ha determinate esigenze di prodotto e di budget dettate anche dall’azienda per cui lavora. È tendenzialmente informato, conosce ciò che sta cercando e, quando acquista da un fornitore, tende poi ad affidarsi sempre allo stesso per gli acquisti futuri. 

Vediamo insieme alcune funzionalità fondamentali in un e-commerce B2B.

6 funzionalità che non devono mancare in un e-commerce B2B 

1. Gestione di ruoli, utenti e permessi

La gestione di ruoli, utenti e permessi è importante per prevenire la condivisione di credenziali e per fornire il massimo livello di controllo sull’accesso ai dati. 

Un e-commerce B2B deve fornire al venditore il controllo dell’accesso a determinate funzioni / informazioni / contenuti… in base al ruolo. 

Nel caso di organizzazioni di certe dimensioni, il processo di acquisto può essere gestito da più utenti, che magari rispondono ad un supervisore che deve approvare gli acquisti prima di procedere con l’ordine. 

2. Catalogo dei prodotti personalizzato

È comune in un e-commerce B2B avere la necessità di mostrare prodotti diversi a tipologie di aziende diverse. Dev’esserci quindi la possibilità di creare cataloghi personalizzati per account (clienti) specifici, o addirittura a solo alcuni utenti di un determinato cliente.  

3 – Listini di vendita multipli

I listini di vendita multipli sono una delle funzionalità più importanti per un e-commerce B2B. A differenza di un portale B2C dove solitamente ci sono listini uguali per tutti (a meno di sconti, promozioni o coupon), nel mondo B2B il prezzo è oggetto di negoziazione su ogni cliente e può variare in base all’articolo o all’unità di misura di vendita (pezzi, confezioni, set, ecc…).  

4 – Procedura di check-out facile

Offri la possibilità di inserire ordini in modo molto veloce con form di inserimento e ricerca rapida, creazione di ordini da file excel o con copia / incolla senza dover per forza navigare o ricercare su tutto il catalogo prodotti.  

Includi la possibilità di acquisto all’ingrosso, il riordino, valuta sconti personalizzati per utente e quantità. 

Offri inoltre quante più funzionalità di pagamento possibili, con un occhio di riguardo alla logistica: che sia B2B o B2C, spedizione, resi e movimentazione della merce devono essere impeccabili. Le consegne devono essere rapide, sicure, puntuali. 

5 – Integrazione con i sistemi di gestione del prodotto

Connettiti a ERP, CRM, WMS, RMA e vari sistemi di comunicazione per ottenere un’esperienza di sincronizzazione fluida sia per i prodotti in vendita, che per i prodotti in entrata e per la gestione dei resi. 

6 – Esperienza mobile

Un layout ottimizzato per gli smartphone completo di un box di ricerca efficace con funzioni di completamento automatico è super efficace sia negli e-commerce B2C che B2B: la ricerca spesso inizia da un dispositivo mobile.  

…E non dimenticare 

Lavorare con un e-commerce B2B vuol dire puntare tanto sui contenuti informativi che non devono riguardare solo le schede prodotto ma anche tutto ciò che permette a chi effettua l’acquisto di approfondire: aggiungi materiale extra come ricerche, statistiche e approfondimenti. 

Cura inoltre ciò che riguarda le immagini e i video che devono essere di qualità e offrire differenti punti di vista del prodotto che vendi. 

Assicurati che nell’e-commerce ci siano i canali di contatto preferiti dal tuo target, ben visibili e che il cliente può utilizzare per richiedere maggiori informazioni: il numero di telefono, una chat oppure una sezione “Faq” che riporti le domande più frequenti con relative risposte. 

Share this article