Chrome sorpassa Internet Explorer: un nuovo inizio per il web

In questo articolo parleremo di tecnologie HTML5 e CSS3 e il supporto delle stesse dei vari browser disponibili.

Per approfondire l’argomento vi rimando a questo articolo che presenta una tabella delle principali funzionalità e il loro supporto sui vari browser (http://findmebyip.com/litmus/).

StatCounter-browser-ww-monthly-200812-2012081

 

Qualche giorno fa leggevo un interessante post relativo al market share dei diversi browser oggi presenti sul “mercato”. Così per curiosità sono andato a sbirciare su Global Stats, ottimo sito per reperire statistiche sulle tecnologie diffuse nel mondo del web, per capire come si è evoluto l’utilizzo dei browser negli ultimi 4 anni, a partire cioè dalla discesa in campo di Google Chrome.

Non che ignorassi che l’utilizzo di Internet Explorer è andato calando negli ultimi anni ma vedere nero su bianco il suo crollo e la corrispondente ascesa di Chrome mi ha convinto del fatto che per il web potrebbe essere l’inizio di un nuovo periodo ricco di sperimentazione ed innovazione.

Con la parola “web” mi riferisco in particolare alle recenti tecnologie HTML5 e CSS3, il cui sviluppo è rimasto troppo a lungo confinato a pochi siti  di web designer particolarmente arditi o a demo online che presentavano funzionalità tanto avanzate quanto inutilizzabili nei siti “reali”, per via del supporto solo parziale dei browser.

Dai dati presentati del grafico mi sento di fare due considerazioni principali:

1. Probabilmente se Google non avesse deciso di lanciare Chrome 4 anni fa Internet Explorer sarebbe oggi il browser più diffuso e ne staremmo ancora parlando come di un browser obsoleto, poco prestante oltre che poco interessato ad aderire agli standard proposti dal web. L’arrivo del browser di Google ha invece dato, a mio parere, un forte slancio allo sviluppo del browser di casa Microsoft, che ora con la versione 9 ha raggiunto (finalmente) una buona maturità, e credo che la versione 10 colmerà definitivamente il gap con i concorrenti.

2. Fino ad oggi chi sviluppa siti internet è stato costretto a rinunciare in blocco a tutte (o quasi) le migliorie apportate negli ultimi anni dalle tecnologie CSS3 e HTML5, considerando il mancato supporto delle stesse nelle versioni di IE inferiori alla 8: fino a solo un anno fa questi browser erano utilizzati da quasi il 40% degli utenti web, decisamente una fetta non trascurabile!

Oggi invece la percentuale di utilizzatori di IE è in Italia addirittura inferiore al 30%, e di questi più della metà hanno già un browser all’altezza (IE 9), poco più di un terzo utilizza IE8, mentre una percentuale ormai trascurabile di utenti utilizza ancora IE 7 o inferiori.
Questo significa poter finalmente realizzare siti basati su tecnologie moderne e innovative, studiando se necessario soluzioni tecniche di ripiego per la percentuale di utenti che ancora utilizzano IE 8 o inferiori, una percentuale comunque destinata (speriamo) a calare molto in fretta.

E voi che ne pensate? Qual è il vostro browser di riferimento?

Condividi questo articolo

1 commento

Leave a comment