Il flat web design è un trend o una vera e propria rivoluzione?

La più recente novità nel web design è l’approccio, per così dire, di tipo “piatto” … flat appunto. Ma cos’è esattamente il flat web design di cui in molti parlano?

Il flat web design ... un trend o vera rivoluzione?Ogni tanto nuovi modi di “fare qualcosa” si insinuano nella nostra vita e nelle nostre abitudini lavorative. Ragione di ciò può essere il fatto che cambiando i gusti personali e nascono nuove tecnologie. Ma forse più semplicemente c’è la voglia di seguire una tendenza, una moda. Una recente nuova abitudine nel web design è l’approccio di tipo “piatto”, il flat web design per l’appunto. Piatto in questo caso non è da intendersi in modo dispregiativo, ma descrive un modo nuovo di disegnare il web.

Negli anni scorsi abbiamo assistito a siti iperbolici dal punto di vista della grafica, conditi di animazioni e ricercatezze grafiche spinte all’estremo. Era una rincorsa continua all’esasperazione grafica, quasi fosse l’unico modo di distinguersi dalla massa. Ora con il web design piatto, stiamo facendo un passo verso l’accettazione della natura unica e astratta del web, dove contano molto di più i contenuti dell’esteriorità in se. Ma abbiamo a che fare con una tendenza temporanea, o siamo di fronte ad una rivoluzione nel nostro modo di disegnare per il web? Personalmente credo ci siano 5 buoni motivi per cui il web design piatto potrebbe essere una buona nuova abitudine:

1. Web design piatto è onesto
Probabilmente il concetto di base del design piatto è che è “onesto”. Ma cosa significa “onesto”? Semplice: il design piatto riconosce la natura dimensionale del design del vostro schermo. Non vi è alcun tentativo di aggiungere effetti tridimensionali e far pensare all’utente che sta interagendo con tutt’altro rispetto ad uno schermo piatto.
Non ci sono ombre, sfumature, schemi, effetti 3-D o elementi di progettazione che rappresentano cose reali. Il design piatto si avvale dei colori, dei font, di spazi bianchi e di un sistema a griglia rigida per una interfaccia chiara e usabile.

2. Web design piatto è trendy
Molte nostre abitudini provengono dal mondo della moda. Vogliamo rimanere aggiornati ed è per questo seguiamo le tendenze. Il design piatto attualmente è di moda – è fresco, chiaro, luminoso, moderno. Va di pari passo con le altre tendenze nel web design, come ad esempio l’uso di font corposi e molti spazi bianchi. Inoltre l’utilizzo di colori brillanti sta trovando nuova vita grazie alla consapevolezza di designer moderni.
Come con qualsiasi altra tendenza, non possiamo sapere per quanto tempo durerà. Potrebbe essere una fase, ma potrebbe anche innescare una piccola rivoluzione nel campo del web design. Finché non sapremo cosa accadrà, cerchiamo almeno di non seguire la tendenza alla cieca. Prima di “appiattire” il design del vostro sito, assicuratevi che il vostro target di utenti sia pronto e i vostri contenuti ben si adattino a questo scopo.

3. Web design piatto è usabile
Il flat web design (basta chiamarlo piatto, chiamiamolo con il suo nome n.a.) non solo è molto attraente a prima vista, ma è anche molto usabile – se fatto bene, ovviamente. L’idea di base è quella di rimuovere tutti gli elementi di distrazione per concentrarsi solo sul contenuto e gli obiettivi degli utenti. Utilizzare quindi solo segnali visivi come colori e font per guidare gli utenti ed aiutarli a raggiungere i loro obiettivi.
Ma il solo evitare distrazioni non rende di per sè un design flat anche minimale. Questo è dove la cosa si fa più complicata. Rendete il più chiaro e semplice possibile il vostro design ma assicuratevi di non rimuovere le indicazioni e info essenziali per gli utenti (menu di navigazione, tasto home, ecc …). Insomma non complicate la vita agli utenti solo perchè volete essere minimalisti.

4. Web design piatto è veloce
Il flat web design ispira efficienza e professionalità. Mancando delle distrazioni, il vostro messaggio sarà chiaro ed essenziale. Non solo sarà comunque possibile raggiungere i vostri obiettivi, ma state certi che sarà possibile farlo in un lasso di tempo più breve. Non parlo solo del tempo medio di caricamento del sito, che è una componente oggi fondamentale (basta che pensiate a quanto fastidioso è attendere inutilmente) ma faccio riferimento all’impressione che farete agli utenti. Spesso mi imbatto in siti per così dire altezzosi … e credetemi, non fanno bella impressione! Non dico che vantarsi della propria attività è una brutta cosa, ma se si riusciamo a convincere i visitatori che troveranno ciò che stanno cercando – ancor prima di iniziare a leggere nel dettaglio – avremo superato un grosso ostacolo, in termini di conversioni.

5. Web design piatto è scalabile
Ultimo buon motivo per pensare ad un design flat, ma non per questo meno importante, è il fatto che il flat web design è facilmente scalabile (responsive/adaptive). Questo è in linea con un altra recente tendenza nel web design: i siti responsive. La navigazione da dispositivi mobile è in costante crescita e dobbiamo sempre tenere in considerazione il fatto che il nostro sito deve adattarsi a diverse dimensioni dello schermo. Per approfondire l’argomento in questione vi rimando al nostro articolo dal titolo “Ho davvero bisogno di un sito responsive?
Tenete sempre presente che mentre immagini realistiche o altri effetti di design possono essere difficili da adattare allo schermo di uno smartphone, elementi di flat web design possono facilmente adattarsi anche a schermi più piccoli.

Secondo voi questa è più una tendenza o una vera e propria rivoluzione? Cosa ne pensate del flat web design, di cui anche il nostro sito ne è un esempio? È qualcosa da prendere seriamente in considerazione o è semplicemente una tendenza destinata a non durare?

Condividi questo articolo

Leave a comment