Il flat design rischia di andare oltre?!

Il flat design lascia indiscutibilmente spazio a colore, forma e contenuti.
Ma ci possono essere dei rischi ad estremizzare troppo questa tendenza?

flat_smartphonePer cominciare c’è da dire che il flat design è stata la più importante tendenza del 2013. Ora come ora questa tendenza non sta mostrando alcun segno di rallentamento e anzi, sempre più siti pare saltino sul carro del vincitore. Ma c’è il rischio che questa tendenza vada troppo oltre e sfugga di mano?!

Il flat design porta con sé tutta una serie di caratteristiche appropriate ad un web “moderno” come semplicità, pagine web minimaliste, ecc … e lascia spazio solo a ciò che è realmente importante: colore, forma e soprattutto contenuto. Un metodo di presentazione efficace e al tempo stesso minimalista e raffinato. Con l’avvento del mobile poi, il minimalismo è un vantaggio fondamentale perchè riduce tempi di attesa e “stress” sui sistemi a bassa potenza.

Ora, senza voler trovare per forza difetti ad un trend che riscuote la mia piena approvazione, provo ad ipotizzare i possibili rischi nei quali ci si potrebbe imbattere, estremizzando troppo questa tendenza.

Un minimalismo estremo

Non fraintendiamoci, il minimalismo ha i suoi vantaggi e in molti casi si è reso utile per riordinare e “condensare” molti siti, ripulendoli da orpelli grafici inutili e creando atmosfere più user friendly. Ma il minimalismo è una linea di confine molto sottile ed è fin troppo semplice rischiare di oltrepassarla, ritrovandosi così per le mani un sito informe e senza personalità. Questo non vuol dire che il minimalismo estremo non abbia senso (vedi Google) ma bisogna solo trovare il giusto contesto.

Un “mobile first design”, preso troppo alla lettera

Il grande (se non addirittura il più grande!) vantaggio e principale leva commerciale del flat design è la sua perfetta adattabilità ai dispositivi mobili. Con oltre il 28 % del traffico web spostatosi su mobile, sarebbe da pazzi non garantire che il proprio sito sia consultabile anche da tablet e smart phone. Ma non scordiamoci del PC, che resta la principale fonte di navigazione (almeno per ora). Progettiamo i nostri siti per offrire sempre un’esperienza ottimale su tutti i dispositivi!

Il timore di “rottura” con la normalità

Siamo in una fase nella quale se il tuo sito non è flat, non sei al passo con gli standard web. Ma attenzione perchè questo non vuol dire che stai vivendo in un altro mondo, o che il tuo sito è un completo fallimento. Come già premesso non c’è da stupirsi che molti stiano saltando sul carro del flat design, riprogettando il proprio sito. Ma cambiare spesso è rischioso e piuttosto che azzardare qualcosa di creativo e innovativo, molti si conformano ai canoni del flat design senza personalità.

Non abbiate paura di fare qualcosa di diverso e unite sempre creatività, modernità ed esperienza utente. Non corriamo il rischio di assomigliarci tutti, altrimenti c’è il pericolo che la troppa popolarità del flat design sia la sua stessa rovina!

Siamo in una fase in cui la creatività rischia di essere soffocata, pur di attenersi ad un modello che funziona? L’effetto “Wow” rischia di scomparire, nel ritrovarsi di fronte a siti troppo uguali e piatti?! Dov’è finita la creatività?

Condividi questo articolo

Leave a comment