Questi ancora “sottovalutati” QR code

qr_algoritmaHo pensato di scrivere questo articolo dedicato ai codici QR durante la consultazione di una rivista di arredamento. Ricordo che la mia attenzione ricadeva costantemente sui QR code presenti su articoli e pubblicità. Quante volte, mi domando, avrete visto il QR code relegato nell’angolino di una rivista a piè di pagina? Molti di voi si domanderanno ancora cos’è questo famigerato QR code?!

La nascita

Bene… i codici QR hanno fatto la loro comparsa nei primi anni ’90, ma solo con l’adozione diffusa di smartphone e applicazioni di scansione dei codici a barre gli utenti sono stati in grado di fruire facilmente di tali codici in numero significativo.

Secondo autorevoli dati online20.1 milioni di proprietari di telefoni cellulari negli Stati Uniti hanno utilizzato i loro dispositivi per la scansione di un codice QR negli ultimi tre mesi del 2011 (ottobre-dicembre). Nel grande “schema” delle cose questo numero non è un grande. Tuttavia il numero di persone che utilizzano i codici QR è forse destinato a crescere?!

I codici QR saranno destinati a raggiungere una diffusa coscienza pubblica o sono destinati ad essere un eccezione relegata a tradizionali campagne promozionali? La tendenza sempre più tecnologia del loro utilizzo mi suggerisce che il potenziale c’è, ma la questione rimane… i “marketers” sfrutteranno appieno le opportunità che i codici QR hanno da offrire?

Allora che cosa può fare il marketing per “catturare” i clienti e offrire qualcosa di nuovo?

Qui di seguito riporto alcuni degli esempi più creativi, divertenti e interessanti di marketing (trovati in rete) che illustrano come i codici QR hanno il potenziale per arricchire l’esperienza del prodotto e offrire al cliente un reale valore aggiunto.

1. Reinventare l’esperienza di acquisto

Una catena di supermercati coreani ha massimizzato il tempo a disposizione dei propri acquirenti “portando” l’esperienza di shopping in posti impensabili, con negozi virtuali ubicati in metropolitane e stazioni della metropolitana.

Gli acquirenti sono stati incoraggiati a sfogliare immagini realistiche di scaffali dei supermercati con i loro smartphone e scansione dei codici a barre sui prodotti da aggiungere al loro carrelli della spesa, tutto questo nel tempo di attesa per la metropolitana. I loro acquisti sarebbero poi stati consegnati a casa senza bisogno di trasportare bagagli pesanti.

2. Migliorare l’esperienza utente

Alcuni musei e gallerie d’arte si sono affrettati a sfruttare il potenziale di codici QR per migliorare l’esperienza degli utenti. Gallerie d’arte come The Cleveland Museum of Art a affiancato alla mostra per i visitatori diretti, visite on-line o audio file al fine di fornire informazioni più approfondite.

3. Visita razionalizzata del cliente

Negozi come Starbucks utilizzano i codici a barre per semplificare il modo in cui interagiscono con i clienti.

Invece di aspettare in una lunga fila per pagare, i clienti possono ora utilizzare le proprie carte pre-pagate e la loro applicazione mobile per pagare più velocemente, così come acquisire ulteriori informazioni sui prodotti ed i negozi.

4. Cose che ti piacciono

Siete in un ristorante a godervi il vostro vino? Invece di scarabocchiare il nome della cantina su un tovagliolo potreste eseguire la scansione del codice a barre dell’etichetta per saperne di più circa la vigna, l’uva, e i dettagli per un eventuale ordinazione.

5. Dare ai clienti qualcosa che desiderano
Due importanti compagnie statunitensi hanno collaborato ad una promozione in cui i clienti acquisivano codici QR su bicchieri per bevande per effettuare il download di brani musicali gratuiti. Entrambi sapevano che i loro clienti sono giovani interessati alla cultura popolare. La campagna ha fatto guadagnare alle aziende oltre 200.000 download.

6. Fornire informazioni in tempo reale

I codici QR possono essere utilizzati dai clienti per aggiornamenti in tempo reale ovunque ci sia un flusso costante di informazioni, come ad esempio, stazioni ferroviarie, fermate degli autobus, vendite grandi magazzini, eventi live, ristoranti, ecc …
A Francoforte recentemente è stato introdotto uno “smart poster” nelle carrozze dei treni che fornisce ai pendolari informazioni di viaggio, mezzi di trasporto, eventi speciali e punti di interesse, così come le offerte speciali per i titolari di carta di viaggio.

7. Regalo personalizzato

Il Natale passato ha visto il rivenditore JCPenney permettere ai propri clienti di aggiungere un tocco personale al loro doni. Una volta acquistato un regalo presso un qualsiasi negozio della catena JCPenney, l’utente riceveva un “Tag Santa” con un codice QR di accompagnamento. Mediante la scansione del codice il “donatore” aveva la possibilità di registrare un messaggio vocale personalizzato per il destinatario del regalo. A quel punto il “donatore” poteva apporre il codice sulla confezione.

 

Voi che esperienze avete vissuto mediante i QR code? Qualcuna delle applicazioni che ho riportato in questo articolo vi ha fatto venire un idea da applicare al vostro business? Volete parlarne insieme a noi?

Condividi questo articolo

4 commenti

  • Mi piace questo qr e adesso l’utilizzero, mi é venuta un idea. Figooo

  • Emanuele Ferrabo

    Sono davvero interessanti e l’utilizzo che se ne fa é ancora poco a mio avviso…mi fa piacere che l’articolo ti abbia dato suggerimenti in merito

  • stronzata bisogna pensare meno all’ elettronica e piu’ alle cose reali e materiali perchè questo mondo sta andando verso l’oblio infinito di idioti che stanno solo su internet come robot.

    • emanuele ferrabo

      Grazie Rio del suo prezioso contributo e punto di vista!
      Grazie anche per l’averci dato degli idioti, visto che per mestiere trascorriamo molto del nostro tempo su internet …
      Ah tra l’altro lei dove ha trovato l’articolo? Su internet? Ecco appunto … 😉

Leave a comment